castagne.png

Castagne

Descrizione: Frutto atipico, poiché ricco di carboidrati complessi come i cereali, la castagna è il frutto di un albero caratteristico dei boschi di mezza montagna. Per secoli le castagne hanno rappresentato la principale fonte alimentare delle popolazioni montane durante l'autunno e l'inverno, dette per questo anche "pane dei poveri". La castagna, tonda da un lato e piatta dall'altro, ha una buccia resistente color marrone e la polpa chiara ricoperta da una pellicola rosso-bruna. Frutto molto nutriente e ricco, è uno dei pochi che può essere ancora definito come "frutto naturale". Il suo riccio infatti la "protegge" dai trattamenti chimici rendendo così la sua produzione agricola una produzione biologica. 

Stagionalità: AUTUNNO. I marroni come le castagne sono frutti propri dell'autunno, maturano intorno alla fine di settembre e si trovano fino a dicembre.

Proprietà: La quantità d'acqua nel prodotto fresco si aggira intorno al 50 % e sono altamente energetiche. Le castagne contengono anche proteine vegetali, sali minerali, vitamine idrosolubili, potassio, di fosforo, zolfo, magnesio, cloro, calcio, ferro e sodio. Tra le vitamine sono presenti la B1, B2, C e PP. La composizione della castagna è simile a quella del grano; tuttavia il suo valore nutritivo è inferiore a quello della farina di grano. La castagna è molto digeribile e i suoi zuccheri sono facilmente assimilabili. Sono indicate per anemia, stanchezza psicofisica, inappetenza, magrezza. Essendo ricche di fibre sono utili per la funzionalità intestinale.